Dicono di me

Dietro ogni libro c’è una somma di azioni, pensieri, inquietudini, angustie, decisioni e speranze condivise giorno per giorno, ora per ora. Ritrovare tutto questo tra le proprie mani in un oggetto di pochi centimetri, ogni volta illude e consola.

Valentino Bompiani

In questa pagina troverete gli Autori con cui ho collaborato, i libri pubblicati e qualche opinione sul percorso dell’editing o della correzione.


È l’estate del 1969 e anche a Badolato si discute dell’imminente sbarco sulla luna. Fervono nel frattempo i preparativi per la festa della Madonna della Sanità la quale atmosfera gioiosa verrà presto investita dalla furia cieca di don Rafè, il padre di Mate. Lei e Pericle sono innamorati, ma il giovane è il segretario della Fgci di Badolato e lotta contro i latifondisti e, quindi, in opposizione a don Rafè, uno dei più potenti latifondisti del paese. Tra Mate e suo padre si accenderà uno scontro aspro e violento, più di quanto già il loro rapporto non fosse. La lotta verrà alimentata dall’inaspettata eredità che Mate riceve da suo nonno, il notaio del paese.

Don Rafè non è però persona arrendevole e gli interessi in gioco sono tanti per lasciare il patrimonio di famiglia nelle sole mani della figlia. L’aria di festa si spegnerà presto come le luminarie lungo le strade del vecchio borgo. Mate sarà costretta ad abbandonare Badolato e Pericle per rifugiarsi con sua sorella nella lontana Bologna. Potrà fare ritorno al paese soltanto quando alcuni misteri saranno risolti.

Potete acquistare il libro QUI e conoscere l’autore Andrea Fiorenza QUI.

Ho intervistato l’autore in questo articolo: Una storia lunga 25 anni

* Andrea Fiorenza *

La competenza e il rigore metodologico di Gloria sono risorse molto preziose per chi desidera rifinire il proprio romanzo o saggio e poterlo presentare agli editori. Personalmente ho avuto la possibilità di lavorare con editor di piccole, medie e grandi case editrici e il loro contributo è stato fondamentale, così come lo è stato quello di Gloria per i miei ultimi romanzi “Badolato amore amaro” e “Sospesi”. Aggiungo, inoltre, che nella collaborazione con Gloria ho trovato anche quegli spunti intuitivi che rendono visibile a chi scrive narrativa quanto aveva lasciato indietro: piccoli dettagli di grande valore.

Alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale, mentre fervono i preparativi bellici, un anatomopatologo conduce in una casa di riposo di Bologna studi ed esperimenti sulla morte da croce. Lo studioso, all’insaputa del personale, simula la crocifissione su anziani deceduti. Ma il direttore della residenza, e il suo assistente, si accorgono che alcuni corpi sono stati violati, allora l’uomo decide di ricorrere a un soggetto vivente per continuare la sua ricerca. Recluta un giovane frate francescano da sottoporre alla simulazione.

L’esperimento però non si conclude come pianificato: il giovane frate subisce un forte trauma e la sua reazione, imprevedibile, cambierà il corso delle cose.

Il libro pubblicato da Seme Bianco è disponibile QUI. Potete scoprire di più su Andrea Fiorenza e sugli altri volumi pubblicati QUI.

Il Conquistatore di Hispaniola è il primo romanzo di una trilogia basato sulle avventure di un immaginario esploratore spagnolo e dei suoi compagni di viaggio alle porte del Cinquecento. Nel Nuovo Mondo, lo scenario è l’isola di Hispaniola, (attuale Repubblica Dominicana e Haiti), ancora da scoprire prima dell’arrivo dei Conquistadores – il Messico misterioso degli Aztechi nel secondo romanzo e il Perù mistico degli Incas del terzo. Francisco de Mendoza, un giovane nobile spagnolo condannato a morte per alto tradimento, accetta di andare nell’inesplorato continente americano a rintracciare una spedizione scomparsa di trecento uomini in cambio della Grazia.

Con il consenso del Re, arruola una decina di uomini e donne scelti in base a particolari abilità individuali e salpa a bordo di una caravella. Una terribile tempesta oceanica costringe Francisco a trattenersi presso Santo Domingo, città capitale della colonia di Hispaniola. Il governatore Diego Colòn confischerà la sua nave e lo costringerà a lavorare al suo servizio come capitano militare. Saggiate le capacità del nuovo arrivato con un primo incarico, Colòn decide di assegnargli il compito di cercare, individuare e sgominare un gruppo di ribelli guidati da due temibili capi, uno conosciuto come El Oso e l’altro ancora ignoto. Scoperta l’identità dell’autentico capo dei ribelli, Francisco e i suoi compagni, in un crescendo di difficoltà e tensione, vivranno una serie di peripezie tra battaglie, imboscate, rapimenti, scontri con i salvataggi ed esperienze ai limiti del soprannaturale fino ad arrivare alla resa dei conti. Francisco de Mendoza è un uomo illuminato, raro per quell’epoca, con la dote naturale di comprendere, motivare e coinvolgere gli uomini e le donne del suo piccolo reparto di esploratori, plasmando un vero e proprio gruppo capace di fronteggiare qualsiasi situazione. Nella sosta forzata a Hispaniola, da semplice tappa di viaggio a teatro della sua prima grande impresa, Francisco intraprende un percorso di scoperta di se stesso, confrontandosi con vecchi e nuovi amici e con nemici di grande forza e personalità. Toccherà con mano l’amore e l’odio, l’amicizia e il tradimento, la fedeltà e la tentazione, il coraggio e la viltà, la scienza e il soprannaturale, il popolo dei coloni di Hispaniola e il popolo dei nativi.

Potete acquistare il libro QUI. Scoprite di più sull’autore QUI.

Ho parlato de Il conquistatore di Hispaniola in questo articolo: L’avventura alla scoperta del Nuovo Mondo

* Giovanni Mandruzzato *

Svolge il mestiere di editor con professionalità e passione. Sempre puntuale nell’assistenza, nelle risposte e nel rispetto dei programmi di lavoro concordati. Al di là, comunque, dell’aspetto tecnico dell’editing, mi ha colpito la sua capacità di cogliere l’essenza, il cuore pulsante della mia narrazione. I nostri dialoghi, sia nelle interviste pubbliche che  in conversazioni private, mi hanno fatto capire quanto profonda e meditata sia la sua lettura.Da consigliare non solo agli scrittori esordienti, ma a qualsiasi narratore che cerchi un feed-back obiettivo sul proprio lavoro, sia dal punto di vista formale che dei contenuti.

Il Ventre di Venere è un libro d’amore. Uno schiaffo agli stereotipi e un abbraccio alla sensualità e dolcezza dell’universo Donna. L’intreccio di passioni e sentimenti tra la nostra protagonista, la semplice Stefy, e le donne della sua vita sullo sfondo di una Parigi incantata e avvolta in stoffe pregiate, gioielli e ville lussuose. Un amore fatto di sguardi, voci, corpo e anima nel mondo capovolto tanto misterioso quanto estremamente sensibile. La stessa Stefy definisce il suo modo di scrivere come un esempio di scrittura realistica, le cui radici affondano in un’educazione d’altri tempi  e negli eventi che hanno caratterizzato la sua vita.

Un’elaborazione creativa che attinge da avvenimenti reali, da uno stile di vita, da storie vissute sulla propria pelle, raccontate con amore e passione viscerale per la donna. In ogni passo del suo primo libro “Il Ventre di Venere” ci si addentra in un mondo realistico, un mondo in cui ciò che descrive si rispecchia nell’amore e nell’eleganza dell’Universo femminile.

Potete acquistare il libro QUI e scoprire di più dell’autrice Stefy Liberato QUI.

* Stefy Liberato *

Quando decidi di scrivere la tua vita, bella o brutta che sia, è sempre un’impresa titanica. Tutti potrebbero farlo, ma come renderlo corretto e scorrevole? Dopo essere stata presa per i fondelli da persone la cui serietà è materia di spunto per costruire non solo la città dei balocchi ma un mondo intero, ho affidato la mia ricerca a Google. Ultima speranza per poter rendere il mio sogno realtà. La mia ricerca dura poco perché l’attenzione si focalizza su Gloria. Giovane, bella e vera. Senza perdere tempo la contatto, invio subito i miei scritti e in pochissimo tempo ricevo una mail con le prime pagine di quello che di lì a poco sarebbe diventato il mio primo romanzo. L’intuito e la raffinatezza di Gloria mi colpiscono subito. La sua professionalità ha accarezzato i miei scritti rendendoli ancora più belli. Il libro viene pubblicato, ed è un successo. Un successo che condivido con Gloria. Al di là del lavoro fatto è nata un’intesa molto forte, che continua ancora. Sto lavorando al secondo libro che affiderò alle sua mani non appena sarà concluso. Ciò che rende Gloria diversa è la sua capacità di leggere attraverso le storie l’anima dello scrittore. Questa è un’arte, non un lavoro qualunque. L’arte si esprime solo con il cuore e l’amore per ciò che fai, le capacità e la professionalità sono un valore aggiunto. Oggi in questa giungla fatta di illusioni e mezze verità, di io sono e tu sei, avere il privilegio di conoscere Gloria è cosa rara. Per chi mi conosce sa bene che non faccio lusinghe per puro piacere, ma solo per merito e stima personale di donna. Gloria lo merita a pieno titolo, senza omettere nulla né aggiungere qualcosa che non corrisponde al vero. Una grande professionista, ma soprattutto una donna vera e autentica.

L’Angelica è una pianta officinale considerata dagli antichi la panacea di tutti i mali. Aida è tornata al suo paese natio per sfuggire al suo convivente, un violento che l’ha ridotta in fin di vita e per allontanarsi da altre circostanze negative. Nel mettere ordine nella casa di sua madre, da poco deceduta, trova tre particolari libri, una somma di denaro e tre lettere indirizzate a sua madre. Scoprirà anche grazie a una donna fuori dall’ordinario il suo passato remoto che le servirà per affrancarsi dall’uomo violento che la perseguita e ritrovare il proprio equilibrio interiore.

Il romanzo è una storia di vita e, insieme, una storia d’amore che si fonda su due voci narranti, Mauro e Anna, e su un viaggio extra corporeo del protagonista. Un amore dimenticato o forse mai esistito e una vita di compromessi e di rinascite.
Una doppia prima persona, che permette di avere sguardi diversi sulle medesime vicende. Koren Renzullo esalta la psiche analizzando il pensiero di due pseudo-innamorati e li pone davanti a scelte difficili che cambieranno il loro destino.

Ispirato a una storia vera e ad autentiche tradizioni popolari, il romanzo è un viaggio che percorre la vita di un uomo, prima soldato, poi disertore, infine bandito per sfuggire a una condanna a morte. Costretto a riparare nei boschi sarà natura nella natura. Il libro copre trent’anni ed oltre di storia italiana che fa da sfondo alle vicende umane narrate: l’amore, la povertà, il mal nutrimento, il dolore e la ricerca di cambiare il proprio destino.

Un uomo e la sua vita, fugace quanto un soffio di vento. Per Urbano, nobile ed avvocato di successo, gli eventi della sua esistenza sono stati un contrapporsi di fatti: un morto ammazzato e la conseguente percezione del soprannaturale, la guerra e il primo amore, il dramma e l’emancipazione, la maturità e il ritorno alle tradizioni. A modellare la sua vita l’afflizione della perdita dell’amore è stata “più forte ed incisiva” tanto da sentirsi “più vivo ed esaltato nella disperazione della ‘fine’ che nel vivere l’amore stesso”. 

Potete acquistare il libro di Koren Renzullo QUI e scoprire gli altri sui romanzi QUI; seguite @scarenzeditore su IG.

*Scarenz Editore *

Mi sono avvalsa più di una volta del lavoro di editing di Gloria Macaluso e ho scoperto quanto sia puntuale e affidabile nella pianificazione dell’impegno preso risultando, perciò, una risorsa preziosa per i consigli, le osservazioni e le considerazioni espresse durante l’esamina del testo. Mi sono resa conto che la sua è un’attività moderna, ma difficile e ambigua. Quest’ultima parola è per suggerire la complessità delle funzioni che svolge. Infatti un editor, che è il mediatore tra l’autore e l’editore, ha il compito di controllare il testo, curarne la correttezza, la chiarezza, la coerenza stilistica, offrire consulenza, tenere d’occhio le leggi del mercato e altro ancora coniugando, possibilmente in armonia e in modo univoco, le diverse mansioni da svolgere in un continuo confronto con l’autore. L’editor di nome Gloria è attenta e pignola nel ricercare refusi e approfondire il contesto, ma anche sensibile e umile nel proporre eventuali tagli o limature per meglio definire il testo, tale da non ferire la suscettibilità dell’autore che quasi sempre non ama interventi sulla sua opera. Questa giovane editor promette bene ed è una figura ideale per chi muove i primi passi nella scrittura. Ve la consiglio caldamente.

La raccolta di poesie “Erebo, la notte” è la fenomenologia emozionale di un’intera generazione: quella dell’autore, classe ’99, che traduce il nichilismo passivo della sua epoca con termini e immagini tratte dal quotidiano.
Dall’inizio alla fine, il libro analizza il dietro le quinte subliminale di aspetti apparentemente leggeri come il sesso, l’amore, il chiasso e l’ebbrezza giovanile, appesantiti da una nuova condizione umana raccontata con i propri termini e strumenti, mai accusati di aver mutilato un’identità sociale integra, naturale e tradizionale, piuttosto visti come parte di un processo necessario di alienazione sentimentale proiettata verso l’indifferenza collettiva.

Potete acquistare il volume QUI e scoprire di più sull’autore Francesco Salvati QUI.

* Francesco Salvati *

Lavorare con Gloria è un’esperienza bellissima; è la persona più precisa e attenta che conosca e, soprattutto, un’esperta come poche nel suo settore.

* Antonio Tammaro *

L’incontro con l’Editor Gloria Macaluso, per la mia esperienza di esordiente perso nei meandri e nelle trappole dell’editoria moderna, è stata sicuramente illuminante e dirimente rispetto ai miei complessi di scrittore in embrione. Ho conosciuto Gloria in un momento turbolento e catartico della mia vita, in cui mi si aprivano scenari nuovi e perigliosi dettati da svolte inaspettate e da incognite lavorative. Ero sicuramente disorientato. Posso senz’altro affermare che, grazie alla freschezza e alla lucidità dei suoi consigli, sono riuscito a decodificare il mondo dell’ editing e della scrittura creativa. Ho compreso, con l’aiuto di Gloria, che la scrittura, per quanto scaturisca da un processo narcisistico e ansiogeno personale, deve ineluttabilmente evolversi e defluire in un percorso aperto, condiviso e condivisibile. Ho sottoposto a Gloria il classico romanzo nel cassetto, un testo scritto nel corso di dieci anni, una specie di punchball su cui avevo praticato palestra di scrittura. Quella storia irrisolta era rimasta incastrata nella mia testa e non sapevo più cosa farne. Una delle prime cose che rivelai alla mia editor fu che avevo come l’impressione che, in quella storia, ci fosse tutto e nulla, come se la trama fosse rimasta appesa, indefinita. Certamente questa mia percezione non sposava alcuna esigenza editoriale. Gloria ebbe la grande sensibilità di accogliere il testo, di assaporarne l’essenza fino a farlo suo. Poi iniziò l’intenso lavoro di revisione. Confesso che aspettavo con ansia l’appuntamento telefonico a cadenza periodica che precedeva le sue mail sulle proposte di correzione e sui suggerimenti stilistici, tutto rimesso al reciproco confronto letterario portato avanti con la massima trasparenza. Finalmente riuscivo a rileggermi senza patemi e a rimodellare la mia creatura, ormai approdato nelle mani di una professionista capace di trovare le soluzioni più consone allo sviluppo della trama e di migliorarne l’approccio alla lettura. E’ stato molto liberatorio. Oggi il libro è pronto per il passo decisivo: grazie al lavoro della mia editor sono riuscito a recidere quell’invisibile cordone ombelicale che rende un testo emancipato dall’ ego dell’autore. Grazie, Gloria!

Trovate i racconti dell’autore Antonio Tammaro QUI.

Potete richiedere una prova gratuita o informazioni sui miei servizi scrivendo a editorgloriamacaluso@gmail.com

Mi trovate anche su Instagram QUI e su TikTok come @editorgloriamacaluso

A presto!